La prima volta che vidi il mare

Avevo tre anni. Affacciati al finestrino del treno, mia madre mi indicava con il dito una fettuccia azzurra che appariva e spariva fra gli alberi: il mare. Io però pensavo a mio padre che non era con noi. Sebbene oggi mi sembri incongruo che le cose siano andate così, ancora con le valigie in manoContinua a leggere “La prima volta che vidi il mare”